Il format del festa musicale e innovativo per tal affatto in quanto un’azienda sommita capo durante Italia con work transformation, sagacia artefatto e machine learning che Injenia ha risoluto di sostenerlo diventando main garante, accanto alla territorio Lazio, nella uomo di Marta Leonori e al Municipio Roma I, presieduto dalla visionaria Sabrina Alfonsi, la inizialmente giacche si e moto durante assegnare praticita all’idea.

Il format del festa musicale e innovativo per tal affatto in quanto un’azienda sommita capo durante Italia con work transformation, sagacia artefatto e machine learning che Injenia ha risoluto di sostenerlo diventando main garante, accanto alla territorio Lazio, nella uomo di Marta Leonori e al Municipio Roma I, presieduto dalla visionaria Sabrina Alfonsi, la inizialmente giacche si e moto durante assegnare praticita all’idea.

Sono questi tre i pilastri in quanto hanno reso effettivamente possibile l’impossibile: “Ci sono progetti in quanto hanno il virtuale attraverso travestire le sfide di quest’epoca con cura, e percio sopra nuove opportunita – dice comprensivo Boscato, co-founder di Injenia e capo didattico alla Bologna Business School di AI – con nuovi modelli culturali capaci di riformare un seguente oltre a moderato bensi ancora piu performante, capace di conferire per tutti e tutte le stesse probabilita, grazie all’innovazione, cosicche non e semplice tecnica bensi energia e, proprio, sistemi socioculturali dinamici, flessibili e densi di valori, di recon collegamento incanto e disignificato: alla tecnica serve l’etica, la saggezza, servono nuovi pensatori e pensatrici”.

Il Rewriters fest. (green pass e prenotazione obbligatoria: vedi tutte le info e il esposizione qui), teso da Eugenia Romanelli e Ernesto Assante, e di nuovo il iniziale sagra italico accaduto al 99% da donne o da persone non-binarie: dall’altra parte Alfonsi, Leonori e Romanelli, anche l’attivista green Annachiara valido (ideatore), Rosaria Melia founder di Double abbozzo (frutto), Rory Cappelli di La Repubblica (curatrice), Cristiana Meloni di Labo-Architects&Inventors (allestimenti), Lorenza Somogyi di ateneo Alfa (diffusione) e Martina Biscarini (organizzazione).

Edutainment e infotainment, must degli anni ’90, sono le due parole d’ordine in capire il concept del ReWriters fest.: anniversario, divertimento, all’insegna dell’apprendimento, dell’informazione, della istruzione e dell’educazione. Insieme il opuscolo, invero, si muove sull’asse valoriale del cartello del manovra Culturale ReWriters, e gli artist ? , gli scrittor ? , i musicist ? , gli attivist ? , i professionist ? , gli accademic ? , i performer, gli attor ? , tutti, prestano la loro apparenza mezzo attivisti vocazionali laici (definizione dei ReWriters di Drusilla Foer): da Dusilla stessa a Pino Strabioli, da Melania Mazzucco verso Edoardo Albinati, da Nancy Brilli a Lidia Ravera, da Livio Beshir, per Giovanni Scifoni, da Max Gazze per Luca Barbarossa, da Giancarlo De Cataldo per Michela Andreozzi, sagace per Carlo Massarini, Federica Cacciola (Martina Dell’Ombra), Greg, KarmaB., David Riondino, e tanti estranei e altre, tutti saranno impegnati nella riscrittura dell’immaginario della sincronismo attraverso abbandonare alle prossime generazioni un insolito metodo di conoscenza e di valori attraverso volgersi nello accrescere buone pratiche.

Dato che i suddetti contribuiranno unitamente libri, letture, performance, e interventi di multiforme varieta, gli prossimo (100 ospiti guidati da 10 curatori e curatrici), permetteranno agli invitati una sfacchinata no-stop internamente il preoccupazione fantasista, il pensiero contrastante, il idea accessorio, per mezzo di la potere di partecipare alacremente verso questo immenso think-tank e organizzare quel inesperto mondo cosicche, alla sagace dei tre giorni, promette di posare la prima lapide di quella popolare mutamento valoriale sopra cui e impegnato il organizzazione intellettuale ReWriters.

Stiamo parlando, di nuovo qui, del gotha della civilizzazione italiana: esempi random?

Astuto bensi robustissimo il fil rouge in quanto lega le mutamento urbane e geografiche di Sten&Lex, le rime poetiche di ivan, i virtuosismi simbolici di Lucamaleonte, le illustrazioni emotive di Fabio Magnasciutti, i divertissement di Vauro, le citazioni di Xil.O, le denunce di Giacomo lato, le provocazioni di Federico Solmi, la consuetudine e i modi possibili di sognare il tangibile dei fotograf? scelt? da Letizia contesa, le immagini rovesciate e i giochi di specchi di Filiberto Mariani ed Elena Fabretti. Un fil rouge intessuto nel cartone animato dell’allestimento dell’architetta e inventrice Cristiana Meloni cosicche unitamente queste pareti di scatole “da rompere”, invita a mirare esteriormente da internamente la apertura, i colori, la creativita. E verso divergere. Queste opere, donate dagli artisti alla ReWriters Web Art Gallery verso appoggio del manovra Culturale ReWriters, sono azioni di riscrittura, proposte – in assenza di maestri e escludendo strade in passato segnate – di nuovi punti di aspetto. Opere che spazzano e spezzano gli stereotipi, il deciso, trasformando i limiti sopra orizzonti.

Non resta affinche prenotarsi!

Congiungimento hacker a ReWriters: mediante 5 giorni la comunita beneducato risponde e il tenero account Instagram decolla

La tenebre frammezzo a il 9 e il 10 agosto refuso sparisce l’account Instagram del traffico formativo ReWriters. La notizia rimbalza sui media, si ipotizza un nesso entro un mio articolo di fondo a favore della fondo vaccinale uscito su Il prodotto consueto, di nuovo verso l’azione omogeneo addosso la area Lazio, proprio tempo. Sopra realta, mediante presente mese abbiamo potuto ripristinare l’accaduto e la controversia e risultata piu ampia.

Loredana Berte tra le avanti verso sostenere il nuovo account @rewritersmag verso Instagram

Il nostro avviso si impegna circa punti assolutamente scomodi per molti, altola comprendere l’elenco giacche fonda la nostra rivoluzione valoriale verso riscrivere le regole di un nuovo mondo:

°Giustizia intergenerazionale° °Crisi climatica° °Ecologia profonda, ecosofia e ecofemminismo° °Antispecismo° °Femminismi, antisessismo e risalto alla abuso verso le donne° °Antirazzismo° °Inclusione collettivo, adaptiveness e fluidity° °Ottica di varieta, tradizione queer, diritti LGBTQI+ e intersezionalita° °Cultura bioetica° °Linguaggi inclusivi, condotta dei media, pubblicazione empatica, espressione giraffa (CNV)°

Et voila. Addosso, abbiamo conseguentemente i gruppi omolesbobitransfobici, le destre, i conservatori, i razzisti, certa ritaglio della oratorio cattolica, sicuramente le organizzazione islamiche, i gruppi di autorita economici e politici piuttosto reazionari, i cacciatori, e molti gente.

Compartir en redes sociales

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on linkedin
Share on email

Deja un comentario

Tu dirección de correo electrónico no será publicada. Los campos obligatorios están marcados con *